Amore, paura e perdono

         … “L’amore e la paura sono scelte; tutto, alla fine, è una scelta e non operandola ci si ritrova con gli attributi più oscuri delle emozioni. Riconoscendo pertanto le emozioni più dense, possiamo scegliere di trasmutarle con l’Amore; e nel momento in cui applichiamo l’Amore, il dolore, la rabbia, la paura, la morte, il risentimento e tutte le altre emozioni più cupe possono essere a loro volta trasmutate; ed una volta trasmutate esse si dissolvono di nuovo nell’Amore. Questa è la vera ascensione in azione.

         Applicare l’Amore non è difficile. Ognuno di noi può intendere mille volte al giorno di benedire se stesso nell’Amore del Tao (il Divino) e della Madre Terra. Se ci s’immerge nell’Amore, le emozioni più basse verranno a galla per essere chiarite; ma esse si dissiperanno rapidamente e ci si metterà in contatto con un nuovo giorno. L’Amore può essere fatto scorrere fra le parti sofferenti della biologia per indurre le cellule a sentirsi nuovamente amate ed a prediligere la vita invece che la morte. In realtà non è poi così difficile.

         Ora è tempo di catturare l’Amore tramite l’intenzione a cavalcare l’onda di ascensione verso un altro stato d’essere in cui l’Amore viene ripristinato come proprio fondamento personale; ma ciascuno deve sceglierlo ed intenderlo quotidianamente; e lavorare con l’Amore fino a riempire il campo in modo che mai e poi mai abbia nuovamente a dissiparsi. Di sentieri e di scelte ne esistono tanti, e sta ad ognuno scegliere. Vita o morte, Amore o paura; perdono o risentimento; dissonanza o pace.  Non c’è mai un momento in cui non si abbia una scelta; e così vi guido a scegliere saggiamente; alterando il vostro sogno verso un futuro più luminoso, un futuro che consentirà un appagamento interiore tramite il coronamento dei sogni.

         Nel vascello fisico umano alberga un profondo desiderio per l’Amore e la conoscenza per quello che di per sé si dovrebbe già sapere come fare, vale a dire ascendere e tornare a casa, là dove si è stati generati.

         Per quanto detto, v’invito pertanto a ritrovare la vostra speranza, ed a riuscire a camminare, se di recente avete incespicato un po’, nonché a ritrovare il modo di Amare e di benedire più in grande che potete, intendendo di creare un sogno per il vostro futuro che sia più grosso e più saldo e pregno d’Amore.

         Io vi benedico uno ad uno, vi benedico con l’Amore più grande che mai avrei pensato possibile. L’Amore che siamo in grado di provare è così intenso, da chiedermi perché noi, come umani, risiediamo in così tanto non-amore.

         L’Amore è un’immensa energia ed un’immensa risorsa luminosa ora a disposizione della terra e di chiunque scelga di ascendere. Aprite i vostri cuori ed imparate ad Amare ed a benedire con l’Amore. Esso è anche la sorgente dalla quale tutti noi proveniamo e dove tutti ritorneremo. Il velo tra noi e la Verità è soltanto un’illusione creata dalla
mente; sollevata l’illusione sperimenteremo la nostra stessa sorgente e vedremo il nostro viaggio per un ritorno a casa prossimo venturo.

         Il velo potrà essere sollevato facilmente attraverso il perdono. È soltanto nel momento in cui si perdona che i veli si sollevano e l’Amore supera i confini della limitazione della mente”.

Fonte: http://www.ascendpress.org/Community/EarthMotherIV/AncestorSara.html

 Per concludere:

Ø  la forza nascosta dell’Amore è l’unità;

Ø  la causa alla radice della paura è la separazione;

Ø  il perdono. Sembra sia una parola che va molto di moda nell’ambito della religione e della psicologia, che intima alle persone di porgere l’altra guancia o di comportarsi secondo morale quando si subisce un’ingiustizia. In realtà il perdono non è possibile. Semplicemente perché è così, non importa quanto tenacemente tu lo persegua. Questo perché sei stato indotto a credere ad un sacco di cose che non sono vere. E questa è solamente una. Il concetto di giustizia, o del giusto e dello sbagliato, esiste a ragione del giudizio. Finché esiste il giudizio, non può esserci il perdono. Tuttavia non appena sospendiamo il giudizio, tutto si dissolve e non rimane nulla da perdonare. Quindi come vedi, il perdono non è un atto. È semplicemente ciò che sembra accadere quando il giudizio viene rimosso da qualunque situazione.

Fonte: www.goingdeeper.org

Estratti dagli aggiornamenti settimanali n.10.03-2
della Stazione Celeste
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

10 risposte a Amore, paura e perdono

  1. Rebecca ha detto:

    La Paura e una reazione creato da nostro ego, credo se noi siamo cosciente di avere fatto qualcosa non giusto nasce il sentimento della paura di essere scoperto.. in generale la paura e sempre legato a qualcosa che noi stessi non lo troviamo approvato.. Quando sei capace amare nel senso senza gli ostacoli che portiamo dentro di noi, siamo anche capace di perdonare..

  2. .....pïç¢øLã RO§¥ ha detto:

    la paura è parte di noi non bisogna fare che lei vinca ma trovare delle ragioni sulla paura amare è anche paura di donarsi tropppo ma perchè non vivere un amore senza paure?buon fine se

  3. Carmen ha detto:

    La paura è sempre la sensazione che ci riporta a terra in tutti i sensi!Saperla superare è un dono di abilità o di intelligenza, ma in ogni caso superarla è un dovere!SmackMeravigliosa domenica di inizio PrimaveraOggi la primaveraé un vino effervescente.Spumeggia il primo verdesui grandi olmi fioriti a ciuffi:Verdi persiane squillanosu rosse facciateche il chiaro allegro ventodi marzo pulisce:Tutto è color di prato.Anche l\’edera è illusa,la borraccina è più verdesui vecchi tronchi immemoriche non hanno stagione.Scossa da un fiato immensola città vive un giornod\’umori campestri.Ebbra la primaveracorre nel sangue.(V.Cardarelli) Per te…: http://i41.tinypic.com/10nb86v.jpg

  4. Pingback: SONO UNO GNOSTICO | La Nuova Era

  5. Pingback: L’ANGELUS | La Nuova Era

  6. Pingback: TI AMO | La Vita è Poesia

  7. Pingback: HO COMPRESO | La Nuova Era

  8. L'amico Mauro ha detto:

    “Non c’è nulla, che io conosca, di più potente del perdono per farvi recuperare potere sulla vostra esistenza”, scrive Erica F. Poli nel suo v-blog. Perdono verso qualcuno che ci ha ferito, perdono verso qualcuno che ci ha lasciato, perdono verso noi stessi, per ciò che abbiamo fatto o non fatto, perdono verso la vita che ci ha fatto soffrire… La prova, qualsiasi prova, è un’opportunità di crescita. In qualunque circostanza, in qualunque perdita, c’è sempre una domanda che possiamo farci: cosa posso imparare come essere umano da questa esperienza?”
    Continua nel post:
    http://nonsoloanima.tv/ericapoli/2014/07/07/08-perdono-potere/

  9. L'amico Mauro ha detto:

    “Abbandonate la lotta e perdonate voi stessi …
    Voi non siete realmente delle vittime di un mondo egoistico, dalla mentalità materialistica.
    Infatti, gli incontri che avevate con le energie aggressive, non collaborative, in molte delle vostre vite, non facevano altro che rispecchiare i vostri stessi legami con la coscienza basata sull’ego, la vostra stessa dipendenza da essa. Se cercate dei risultati attraverso la lotta, riceverete indietro l’energia della lotta. Era la vostra stessa energia che vi ritornava indietro! Questo è l’unico significato del karma.
    La tendenza a combattere “il male” si basa sulla credenza che il male sia al di fuori di voi e debba essere bandito dalla realtà. L’invito spirituale a voi Operatori di Luce, durante tutte le vostre incarnazioni, è sempre stato a riconoscere e accettare il vostro stesso lato oscuro e capirne ruolo e scopo.
    L’invito più profondo è a perdonare voi stessi e ritrovare la vostra innocenza. Voi siete innocenti e lo siete sempre stati. Riuscite a capirlo realmente? Se sì, non vorrete più cambiare il mondo o combattere l’ingiustizia. Vorrete giocare, divertirvi e godervi ogni momento della vostra vita e semplicemente essere chi siete e condividerlo con gli altri.
    Quando voi, Operatori di Luce, abbandonate l’idea di dover combattere per qualunque cosa o chiunque, non sarete più contrastati dal “mondo esterno”, dalla società o dagli altri in generale, per il fatto di essere diversi. Non vorrete cambiare nulla e pertanto non incontrerete resistenza. Saprete che siete benvenuti, che il vostro contributo in questa realtà è prezioso e che siete apprezzati dagli altri.
    Quando avrete abbandonato del tutto la coscienza basata sull’ego, saprete di essere esenti da persecuzioni o minacce esterne. Sarete andati oltre i ruoli di vittima e persecutore; il vostro viaggio avrà completato il cerchio. Avrete abbandonato i vostri fardelli karmici e sarete completamente liberi di creare ciò che volete.
    Siete sul punto di far nascere una nuova coscienza. Si tratta di un tipo di coscienza che ha abbandonato totalmente il bisogno di controllare o possedere qualunque cosa. È libera dalla paura. È la coscienza di Cristo.
    Quando io, Jeshua, vivevo sulla Terra, volevo dirvi che la spiritualità non è una guerra tra la Luce e l’Oscurità. Si tratta di trovare un livello di consapevolezza che va oltre il Bene e il Male, un luogo da cui potete comprendere e accettare ogni cosa. “Il regno di Dio è dentro di voi.” Tutto quello che vi serve, è all’interno. Pace, gioia e tranquillità sono vostre, quando vi rendete conto davvero di chi siete: un essere divino in un’espressione fisica.
    È solo quando vi rendete conto di essere qui per trasformare e guarire voi stessi che le cose inizieranno a cambiare davvero per voi e, come effetto collaterale, per le altre persone intorno a voi. Il mondo è quel che è, e la cosa più elevata che possiate fare per esso è amarlo semplicemente per quel che è. Amate e vedete la bellezza di ogni singolo essere che sta viaggiando attraverso questo piano della realtà.
    Molti di voi sono toccati dalla mia energia, l’energia di Jeshua o Gesù. È perché io sono della vostra stessa stirpe. Io ero semplicemente un Operatore di Luce non appesantito da legami karmici, un Operatore di Luce che possedeva un alto grado di comprensione di sé. Voi siete toccati dalla mia energia, perché sapete che questa è l’energia verso la quale vi state spostando. L’energia di Cristo è l’energia del vostro stesso sé futuro”.
    Estratto da: http://hearthaware.wordpress.com/2014/07/07/gli-operatori-di-luce/
    © Pamela Kribbe per http://www.jeshua.net
    ©2014 Hearthaware blog – Licenza Creative Commons CC BY-NC-ND

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...