T’AMO

C’è, ancora, chi mette l’amore

al centro della propria vita …

… e l’aspetto più sorprendente

è quello che antepone le emozioni del cuore

alle ragioni della mente

 

Incredibilmente

qualcuno sostiene che il sentimento

– immenso e totale –

doni soddisfacente appagamento

a chi lo offre incondizionatamente,

più di chi si aspetta di riceverlo ostinatamente …

e che questo sia l’unico, vero, cambiamento

che l’umanità è chiamata ad affrontare

in questo momento

 

(Riflessione sul seguente brano tratto dal libro di Laura Bocci, “Sensibile al dolore”. © 2006 RCS Libri, pag. 105-108, stralcio)

 UN MITO

… <<La felicità massima nella coppia dovrebbe essere un’intesa totale e profonda, e la via migliore per raggiungerla sta proprio nel dare, in quel dare amore allo stato puro e primordiale, senza fare troppi calcoli e considerazioni critiche. Infatti, barricarsi sulle proprie posizioni serve solo a raggiungere il rimpianto di non aver provato a superare la temuta impossibilità di comunicazioni tra i due universi (maschile-femminile), continuare a chiedersi come sarebbe stato se ci avessimo provato, una volta che ciascuno per proprio conto, e con i propri conflitti, avesse già fatto altrove un bilancio. Una volta che la famiglia avrebbe potuto essere formata solo da persone, individui, ormai di una certa età, e proprio per questo più liberi … Come sarebbe andata, allora? Sarebbe stato più facile, possibile forse, a quel punto, fare un pezzo di strada insieme, e raccontarsi quelle cose che prima, da più giovani, non si era mai riusciti a dirsi, forse per la paura che l’altro potesse usarle a proprio vantaggio. In quel gioco di forza, in quel combattimento che inconsapevolmente è sempre presente nella coppia più giovane? Sarebbe bello, d’ora in poi, pensare a qualcosa del genere: ad amicizie del cuore, leggere ma appassionate, distanti e vicine insieme; a passeggiate con i piedi nell’acqua, lungo la riva del mare; a serate quiete, e piene di parole – questa merce che finora è stata così rara, e dunque così preziosa, senza più conflitti né lotte … ma questo, in fondo, non è un’altra volta il vecchio e ben noto, famigerato, sogno d’amore? Coltivato con tanto ardore nelle classi del ginnasio, e poi debellato nella vita adulta a colpi di teoria femminista – che ora riappare, benché sotto mentite spoglie? Inutile, inutile negare quanto sia duro fare i conti con un mito!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

8 risposte a T’AMO

  1. L'amico Mauro ha detto:

    Sì, T’Amo!
    D’un Amore differente …
    … che non può concepir la mente …

  2. Pingback: ISSA | La Nuova Era

  3. Pingback: LA GIUSTA DIREZIONE | La Nuova Era

  4. Pingback: Le emozioni che ho provato pensando a Lei | Emozioni, l'espressione fisica dell'amore

  5. Pingback: ANCORA | La Vita è Poesia

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...