In-FELICITÀ

 

Sarò forse in-discreto …

ma non penso affatto

che dopo averTi svelato

il mio incredibile segreto

 

… l’in-felicità …

possa ancora rappresentare

un ostacolo concreto …

 

BEATITUDINE

… <<Pensaci un po’: quando sei infelice … incolpi gli altri delle tue sofferenze. Se proprio lo devi fare, perché non consideri responsabile l’ordine divino? Quando il marito è triste biasima sua moglie, quando lo è la moglie, fa cadere la colpa sul marito. Il padre ritiene responsabile il figlio, il figlio rimprovera il padre. Se proprio devi ritenere qualcuno responsabile, fa’ che sia l’ordine divino; non puoi optare per qualcosa d’inferiore. L’ironia sta nel fatto che quando sei nei guai incolpi qualcun altro, mentre quando sei felice ti prendi “tu” tutto il merito. Ti sembra logico? La felicità è un tuo merito … mentre l’infelicità dipende dagli altri! Ecco il motivo per cui non riesci a superare le difficoltà né a svelare il segreto della felicità: sbagli in entrambi i casi! Tu non sei l’artefice della tua felicità, così come gli altri non sono responsabili delle tue sofferenze: solo il divino è responsabile di tutte le cose. Se la gioia ed il dolore vengono a te dalla stessa mano, perché fare una differenza tra i due? Il giorno in cui questa comprensione affiorerà anche in te, ovvero che il dispiacere ti arriva tramite le mani del divino, continuerai a considerarlo ancora un dolore? Tu vedi la sofferenza come tale perché non riconosci le Sue mani dietro di lei. Il giorno in cui comprenderai che la gioia ed il dolore sono entrambi suoi doni, questi perderanno il loro impatto emotivo: la felicità ti porterà comunque alle stelle, ma ne scenderai presto, giusto il tempo di accarezzarle … mentre il dispiacere non sarà più in grado di addolorarti a tal punto da non riuscire a metabolizzarlo in fretta. A quel punto realizzerai che gioia e dolore derivano dalla stessa radice, sono una cosa sola, e la beatitudine prenderà il loro posto nella tua vita; allorché cessa la dualità tra gioia e dispiacere, l’invisibile discende e ti colma di beatitudine!>> …

 Fonte: OSHO, “Al di là della paura, oltre il rancore”. © 2012 De Agostini (pag. 75-77, stralcio)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

7 risposte a In-FELICITÀ

  1. L'amico Mauro ha detto:

    … “Il sapore del bello, del buono, del bene, è un gusto innato che ci appartiene.
    Vi aderirete perché è vostro. Vi aderirete perché rende felici.
    E la felicità è il vostro destino.
    La felicità non è un gradino inferiore alla gioia, né la gioia lo è alla beatitudine” …
    Fonte: http://www.stazioneceleste.it/Colomba/colomba.2.htm

  2. orchideagialla ha detto:

    “Trascorriamo parecchio tempo cercando la felicità quando il mondo intorno a noi trabocca di meraviglie. Essere vivi e camminare sulla terra è un miracolo, eppure la maggior parte di noi sta correndo come se esistesse un luogo migliore in cui andare” …
    Fonte: http://lacompagniadeglierranti.blogspot.it/2015/09/esistere.html

  3. L'amico Mauro ha detto:

    … “Infelice è l’uomo che al giungere del momento divino
    https://orchideagialla.wordpress.com/ricordo/
    è addormentato o impreparato a riceverlo,
    perché la lucerna non è stata alimentata
    per accogliere l’ospite e le orecchie sono sorde al suo richiamo”.
    http://itachifan.iobloggo.com/556/non-so
    Fonte: http://www.gianfrancobertagni.it/materiali/maestri/hourgod.htm

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...