TERMINE

 

Quando si arriva …

alla fine d’una relazione

inevitabilmente giunge la delusione …

che è tanto più grande

quanto lo è stata l’illusione …

 

Quali sono i sentimenti

che sperimentano uomini e donne

che approdano a questa triste realtà?

 

Non c’è differenza …

poiché entrambi, in essa,

avevano riposto la speranza

di trovare una durevole felicità …

 

Che un tempo era stata presente,

con assoluta sincerità,

quando nessuno si attendeva dall’altro

chissà quale complicità …

ma che è poi svanita, improvvisamente,

quando è emersa, reciprocamente,

l’incapacità di soddisfare l’altra metà …

 

A quel punto, a chiunque,

non rimane altro da fare

che provare a suonare

oppure cantare

ciascuno la propria canzone d’amore

senza aspettare …

che qualche miracolo possa accadere

per tornare …

a rivivere quello stupore …

 

PERDONA

… <<Il Sé Divino che sei non porta rancori. Non li vuole, sa cosa possono provocare. Il maestro che tu sei, nel tuo Sapere superiore, crede che ogni uomo sia nel proprio Valore a prescindere da cosa abbia scelto. Noi ora vogliamo che tu immagini davanti a te qualcuno che tu escludi dalla luce, che tieni rinchiuso, che incolpi, che magari odi e che ritieni la causa di tutti i tuoi dolori e tutte le tue sofferenze. Mettilo davanti a te e vedilo per quello che è: un aspetto del divino che cerca la propria espressione, amore divino incarnato, un testimone del Valore che ha scelto per sé. Ed essendo testimone di ciò che è veramente, un aspetto di Dio intrappolato nelle sue paure o nella sua scelta di comportarsi in un certo modo, cominci a lasciar andare la paura che avevi. Una volta che la paura se n’è andata, l’azione del divino si rivelerà per regolare l’aspetto di te che desidera biasimare, che desidera tornare a ciò che conosce bene, che cerca di condannare. L’aspetto di te che è testimone dell’aspetto del divino in loro è l’aspetto di te che si manifesta quando ti allinei alla tua divinità. Ti stiamo solo chiedendo questo: perdona te stesso per il tuo bisogno di punire un’altra persona per sentirti al sicuro, per sentire che hai ragione. Perdona te stesso per il bisogno di esprimerti con rabbia e condannando, in modo che tu possa accogliere chi ti sta davanti con Amore. Ora cerca di capire questo, per favore. Quando ami un’altra persona, TU la consideri nel suo vero Valore. Questo è ciò che fai, la consideri nel suo vero Valore incondizionatamente. Non c’è niente che un uomo, che una donna possa fare che li renda indegni dell’Amore di Dio, ma questo loro non lo sanno. Si chiudono, e TU questo lo puoi guarire vedendoli nel loro vero Valore. Se tu li condanni, se fai rotolare la pietra all’entrata della tua caverna per bloccare fuori la luce, tu fai del male a te stesso. E adesso diciamo una cosa. Non ti devono piacere. Non devi mangiare insieme a loro. Non devi lodarli come un’anima innamorata. Li devi onorare nel loro vero Valore, e in questo sta la differenza.>> …

(Fonte: Paul Selig, “Il libro del sapere e del valore”. © 2016 Ed. Stazione Celeste, pag. 140-141, stralcio)

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

13 risposte a TERMINE

  1. L'amico Mauro ha detto:

    Ora che dal tuo mondo m’hai definitivamente allontanato …
    https://orchideagialla.wordpress.com/2016/01/11/eclissi/
    non mi rimane altro da fare che abbandonare pure il passato …
    https://orchideagialla.wordpress.com/ricordo/
    per prepararmi ad un meraviglioso presente
    che vedrà, probabilmente, rinascere ancora la mia mente …
    http://www.stazioneceleste.it/articoli/HeartNet/Re5D_160223.htm
    … praticamente … felice …
    https://orchideagialla.wordpress.com/?s=felic
    come una splendente …
    https://amicidimauro.wordpress.com/fenice/
    😀

    • orchideagialla ha detto:

      … “Lascia andare ogni timore di perdere la tua personalità, o qualcosa, o qualcuno, mentre stai conquistando la tua libertà, perché non perderai nulla, ma ti libererai da tutto, per conquistare il Tutto, per assaporare il Tutto.
      Andrai così oltre all’appagamento che ora conosci, che ora desideri, che ora puoi immaginare, che ora puoi sognare.
      Credi in te, come Io credo in te” …

      Fonte: http://www.stazioneceleste.it/Satya/Satya.8.htm

  2. Pingback: MIA AMATA | La Nuova Era

  3. Pingback: ORCHIDEE | La Vita è Poesia

  4. Pingback: INSEGNAMENTO | La Nuova Era

  5. Pingback: IN-DISTINTA-MENTE | La Nuova Era

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...