ALZO LE MANI

Cos’altro posso fare

per aiutarti ad immaginare un migliore domani?

Mi sono impegnato, a modo mio, attraverso la fantasia,

le ho provate tutte, ma ora alzo le mani,

non posso svegliare IO chi alla verità preferisce l’ipocrisia …

 

Sono infatti consapevole che c’è ancora tanta gente

che desidera continuare a fare esperienza

della superata realtà legata al passato, alla tradizione,

invece di sperimentare personalmente l’emozione

di vivere qui e ora, nel presente,

accogliendo il nuovo che avanza, in modo travolgente …

 

L’UOMO NUOVO

… “Il passato dell’umanità? Non è stato civiltà, non è stato umano, non ha aiutato in nessun modo a fiorire la gente, non è stato una primavera; è stato una calamità, un crimine ai danni dell’umanità! Per questo qualcuno deve prendere posizione e rinnegarlo veementemente. È giunta l’ora di cominciare a vivere secondo il nostro essere/sentire interiore. Noi ri-creeremo il futuro a partire dal presente! È un’enorme responsabilità per le nuove generazioni, per i giovani, rinunciare al passato, slegarsi dalle vecchie tradizioni, religioni, nazioni, ideologie. È arrivato il momento di spezzare le catene della continuità. L’uomo nuovo è la ri-nascita di un uomo che si libera dei condizionamenti, egli è privo di nazionalità, di religione, non discrimina la sessualità, tra bianco e nero, tra Oriente ed Occidente. L’uomo nuovo è il manifesto di una sola umanità. È la più grande rivoluzione che il mondo abbia mai visto. Ma per riuscirci, ognuno deve tornare a se stesso, imparando ad essere solo. Perfino l’amico più intimo e l’amata non possono venire con te, dentro di te. Quello è il luogo ove devi andare da solo. Un sentiero assolutamente privato, è il tuo privilegio. Nessuno può interferire. Lì è la sorgente della tua vita. Puoi chiamarla vita, puoi chiamarlo dio, puoi chiamarla verità. I nomi non hanno importanza. L’uomo nuovo inizia con l’indagare sulla sua soggettività dall’interno, e diviene consapevole di tesori inestimabili. Solo a quel punto egli smette di dominare gli altri. Da quel momento ogni suo sforzo è rendere ognuno consapevole della propria individualità, della propria unicità, della propria libertà, della propria immensa ed inestinguibile fonte di beatitudine, di appagamento e di pace.” …

(Fonte: Osho “Ritorno al presente”. © 2014 De Agostini Novara. Pag. 13-15, stralcio)

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a ALZO LE MANI

  1. Pingback: IMPREVEDIBILE | La Nuova Era

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...