RICCA

Essendo IO un provetto esploratore,

in lungo e in largo, ma soprattutto in profondità,

ho perlustrato la mia interiorità

e siccome non m’è bastato,

al suo studio mi sono pure dedicato …

 

Su una cosain particolare,

mi son dovuto soffermare,

poiché ho trovato, finalmente,

un bravissimo scrittore

il quale ha affermato di sapere

dove sta la “dolce metà” …

capace d’accompagnare, chiunque, oltre

l’insoddisfacente realtà …

 

Quella, addirittura,

sarebbe in grado di far superare, a ciascuno, ogni paura,

arrivando a spegnere, incredibil-mente,

il desiderio, ardente …

d’essere amati, appassionata-mente …

 

Voi ci credete? Io non completamente!

Ma questo è un mio limite, evidentemente,

poiché, essendo stato sposato, ed essendomi illuso

di poter tenere fede alla meravigliosa promessa …

sono rimasto molto deluso quando ho realizzato che “lei,

non era più la stessa …

 

Eppure, attraverso la sua conturbante bellezza,

Ella, per un istante … aveva reso la mia vita godibile,

ricca … di spensierata leggerezza …

 

Non posso farci nientesta sempre nella mia testa …

specialmente nell’imminenza della nostra festa …

FESTA

… “Si fa festa perché l’amore è una promessa, non una garanzia: l’idea romantica dell’amore ci ha illuso che sia una garanzia. L’amore vero, invece, festeggia la trasformazione della vita, passo dopo passo, in un cammino di scoperta di se stessi attraverso l’altro e insieme all’altro, e non a causa dell’altro. L’amore vero è una storia, l’amore romantico il sogno di una storia. Alla tentazione romantica s’oppone quella cinica, che porta ad amare l’altro non per quello che è, ma per quello che ha … qualità … destinate alla scadenza. L’amore romantico si confonde con gli stati emotivi e fa dell’altro un dio del proprio benessere, caricandolo di aspettative impossibili da soddisfare. L’amore cinico si confonde con l’attrazione temporanea per le qualità dell’altro, e fa di lui un servo del nostro ego, uno strumento della nostra soddisfazione e sicurezza. Ogni volta che decidiamo di amare così, in realtà, stiamo praticando il disamore, condanniamo l’amore a morire sovvertendolo nel suo fondamento: anziché guardare l’altro in volto, lo costringiamo, narcistica-mente, a reggere uno specchioche ci rimanda la nostra immagine.” …

(Fonte: Alessandro D’Avenia: “Ogni storia è una storia d’Amore”. © 2017 Mondadori, pag. 18-19)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a RICCA

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...