PSICODRAMMA

 

Chi, dopo essersene andato,

non ha mai pensato di tornare dalla mamma?

A me è successo, sono stato obbligato,

dopo un insuccesso dietro cui, apparentemente,

mi sono completamente perso …

 

È la naturale conseguenza

per chi è completamente immerso

nello psicodramma della circonferenza!

 

 

Solo quando si esce dal cerchio

che imprigiona corpo e mente

inizia la meditazione, si raggiunge l’unione,

e ci si avvia verso il trascendente

 

Fantastica, misteriosa, magnifica, fenomenale,

meravigliosa illusione …

… è la Vita per chi ne ha afferrato l’intima comprensione

 

 

MAYA

… <<Nulla è reale, si tratta solo di un dramma creato dalla mente, è uno psicodramma! Tu sei il palcoscenico, tu sei gli attori, tu sei l’autore, il regista, il produttore e tu sei lo spettatore: nessun altro è presente, si tratta solo di una creazione della mente. Quando diventi consapevole di questa verità, tutto questo mondo, allorché sei sveglio, cambierà la propria qualità. Allora, anche qui vedrai che accade la stessa cosa; il palcoscenico è più ampio, ma il sogno è lo stesso. Gli hindu definiscono questo mondo maya,  illusorio, simile ad un sogno, frutto della mente. Cosa intendono? Vogliono dire che è irreale? No, non è irreale; ma quando la tua mente, inconsapevolmente, si confonde con esso, tu crei  un mondo irreale e privato. Noi non viviamo nello stesso mondo: tutti vivono in un mondo proprio; esistono tanti mondi quante sono le menti. Quando gli hindu affermano che questi mondi sono maya, intendono dire che la realtà, sommata alla mente, è maya.>> …

Fonte: “OSHO – Yoga della comprensione interiore”. © 2007 Oscar Mondadori (ISBN 8804570806 – pag. 33, stralcio)

 

NEL SONNO DELLA COSCIENZA

 … <<L’ente (essere umano n.d.r.) che nella sua vera natura è unità e pienezza, può soggiacere all’ignoranza metafisica e credersi molteplicità e mancanza (povertà)? L’ignoranza metafisica fa credere all’ente di essere separato dalla vera fonte e lo fa avventurare in una realtà di sogno nel quale soffre, è confuso, lotta con nemici inesistenti. Nel sonno della coscienza si sperimenta una esistenza piena di inganni che solo il risveglio definitivo può risolvere. La maggior parte degli enti planetari hanno una parte importante della loro vita, dove si manifestano come ego-corpo-personaggio karmico, legata al Karma di molte altre esistenze, sperimentate lungo la catena del Samsara da cui doversi liberare. In pochi lo sospettano; in pochissimi ne hanno la certezza; ancora di meno ne sono consapevoli realmente. Il livello di coscienza generale di un ente planetario è dovuto al proprio Karma. I semi del Karma di molte diverse esistenze, se necessari all’evoluzione della vita attuale, germinano secondo una precisa ragione tra le bande vibrazionali dei Cakra. Non è questione di fortuna nascere direttamente con Kundalini risvegliata e con un elevato livello di coscienza. Anche risvegliarsi al primo cenno di pranayama non è questione di fortuna; lo stesso si può dire se accade con la semplice ripetizione di un mantra che folgora il recitante ai suoi inizi; ugualmente non è fortuna incontrare facilmente un Guru che offre l’esperienza con Shaktipat (metodo di risveglio istantaneo ma non permanente). In questi casi elencati non è questione di fortuna ma di Karma. Significa che in una o più vite precedenti, l’ente in questione, aveva già sperimentato, con sforzo corretto, alcune pratiche che lo avevano condotto ad alcune forme di risveglio che adesso si ritrova, per diritto karmico, già in essere.>> …

 (Fonte: Rosario Castello – “Tradere III – Per le immortali vie dello Yoga”, pag. 41). Libro scaricabile gratuitamente sul sito delle edizioni www.centroparadesha.it

Annunci

3 risposte a PSICODRAMMA

  1. Pingback: SOLO | La Vita è Poesia

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...